creazione siti web catania

 

IL Biohacking potrebbe essere una grande cosa in questo mondo smart.
All’inizio del mese di agosto, diverse dozzine di dipendenti di un micro market americano, Three Square Market (32M), hanno ricevuto dei microchip nelle loro mani durante una “chip party”, consentendo loro di accedere ai propri computer, aprire le porte e pagare cibo e bevande agitando semplicemente le loro mani.

Ma, in Russia, la biosimicoltura sta già diventando comune.

Pare cheanche un medico siberiano ha già impiantato non uno, ma sei microchip sotto la sua pelle, trasformando cosìil suo corpo in un gadget multifunzionale per svolgere un certo numero di attività agitando semplicemente le sue mani.

Alexander Volchek , un ostetrico / ginecologo in un ospedale nella regione di Novosibirsk nel nord della Russia, ha ricevuto il suo primo impianto di microchip nel 2014 e da allora ne ha già impiantati ben sei chip sotto la sua pelle.
Tuttavia, Volchek non vuole fermarsi qui e spera prossimamente di impiantare nel suo corpo anche un criptosistema e un microchip di glucometro.
Questi chip lo aiuterebbero a svolgere delle attività quotidiane semplicemente spostando la mano su uno scanner di codici a barre, come aprire le porte al lavoro e in casa, pagare le bollette, e tutto funzionerebbe come per magia.

  • Due chip per entrare nel suo ufficio;
  • Un chip di trasporto;
  • Due schede di memoria per memorizzare quasi un kilobyte di informazioni;
  • Una scheda di controllo per una stazione sciistica siberiana.

È necessaria una siringa con un ago spessore per iniettare un microchip, la cui dimensione standard è di 2x12mm e la dimensione minima non è più di 1,5x8mm con capacità di memorizzazione varia da 800 byte a 1 kilobyte di informazioni.

Uno dei microchip serve come biglietto da visita Volchek, mentre un altro memorizza la sua password, permettendogli di sbloccare il suo computer.

Il mio sogno come crypto anarchico è quello di avere uno strumento di identificazione per la crittografia di una firma elettronica e, naturalmente, anche per l’applicazione medica”, ha dichiarato Volchek all’agenzia di videoregistrazione RT di Ruptly. “Voglio anche un glucometro impiantato che risolverà una quantità di problemi che molti attualmente stanno affrontando, ma la ricerca è ancora in corso.

Tuttavia, i microchip non sono impiantati permanentemente nella pelle. Possono essere facilmente estratti dal corpo ogni volta che l’utente se ne vuole sbarazzare.
Mentre la tecnologia biometrica sta vivendo un aumento di popolarità, allo stesso tempo, solleva anche diffuse preoccupazioni per la sicurezza e la privacy delle persone che lo adottano.
Gli hacker potrebbero abusare di questa tecnologia contro il pubblico stesso e non ci si deve dimenticare che con l’avanzamento della tecnologia, le tecniche sfruttate dagli hacker e dai criminali informatici sono anche migliorate.

Più di due anni fa, un hacker ha impiantato un piccolo chip NFC nella sua mano per battere gli smartphone Android e bypassare quasi tutte le misure di sicurezza, dimostrando i rischi di Biohacking.
Alla fine dello stesso anno, un altro hacker è riuscito a implantare un piccolo chip NFC con la chiave privata al suo portafoglio Bitcoin sotto la sua pelle, permettendogli di comprare le droghe o di trasferire denaro tra i conti bancari semplicemente agitando la sua mano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *